Immigrati e italiani insieme per il futuro da costruire (42)

“Ogni individuo ha diritto alla libertà di movimento e di residenza entro i confini di ogni Stato” (Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, n° 13)

Decreto flussi

C’è chi emigra  per cercare lavoro.

C’è chi offre lavoro e spesso non riesce ad assumere i lavoratori cercati.

Lo Stato interviene e stabilisce quanti lavoratori stranieri far entrare in Italia, per quali professionalità, da quali provenienze e in quali direzioni. Lo fa attraverso il “decreto flussi”.

Tutti abbiamo benefici per le scelte giuste e paghiamo le scelte sbagliate.

Decreto flussi 2007 per quanto riguarda il Veneto:

– lo Stato ha fatto entrare in Italia 170.000 lavoratori, dei quali 15.000 assegnati al Veneto;

– le imprese italiane avevano chiesto 700.000 lavoratori stranieri; 90.000 le richieste del Nord Est;

– tra le prime quindici Province italiane che hanno presentato domanda di assunzione di lavoratori stranieri cinque erano venete;

– la domanda prevalente riguardava colf, badanti e generici.

Verona è la provincia veneta che nel 2007  ha presentato il maggior numero di domande di personale straniero: 21.000. Le quote assegnate da Roma, tra le 3 e le 4 mila, hanno lasciato senza risposta, anche nel veronese, migliaia di lavoratori richiesti da aziende e famiglie. L’agenzia regionale “Veneto Lavoro” stima  che almeno la metà di essi si trovino già sul nostro territorio e stiano operando nel manifatturiero, nell’edilizia e nelle abitazioni private in qualità di assistenti domestiche e badanti.

Pochi sanno che il decreto flussi per l’anno 2008 serve non a consentire nuovi ingressi in Italia, ma a regolarizzare chi è già tra noi, lavora in nero e ha un datore di lavoro disposto ad assumerlo.

Per rispettare le norme, chi lavora in Italia da clandestino deve uscire dall’Italia, rientrare in patria e ritirare il visto per lavoro. A questo punto rientra in Italia, lavoratore regolare.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Immigrati, Riflessioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...