Archivi del mese: aprile 2009

Verona cambia pelle

senzafissadimora

LA  CACCIATA  DELLE PERSONE  SENZA  FISSA  DIMORA

Articolo inviato e non pubblicato da l’Arena.

Dopo le elezioni comunali del 2007, a un giornalista che mi chiedeva una valutazione del risultato elettorale, ho detto che esso era il segno che noi Veronesi stavamo cambiando pelle.

Sempre i poveri e i diversi hanno creato imbarazzo in molti, fastidio in altri, partecipazione umana in altri ancora. Al di là delle scelte personali, era determinante l’atteggiamento sociale. A Velo, il paese in cui sono cresciuto, Comune, parrocchia, bottegai, contadini, allevatori e famiglie erano al fianco di chi aveva bisogno del necessario per vivere. Noi bambini a scuola, spronati dai genitori, ci davamo da fare a favore di chi, tra noi, era in difficoltà nello studio e non solo. Questi nostri amici partecipavano ai nostri giochi. Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Comune Verona

Quando la legge era uguale per tutti

scipione

Lo storico Tito Livio (59 a.C. – 17 d.C.) narra che i tribuni romani chiesero il rinvio a giudizio davanti al Senato di Roma di Scipione l’Africano, il vincitore della battaglia di Zama contro i Cartaginesi comandati da Annibale. Motivo: una presunta appropriazione di beni dello Stato da parte di Scipione: aveva utilizzato parte del bottino di guerra per festeggiare la vittoria con i suoi legionari, bottino che, secondo la legge, doveva essere consegnato allo Stato. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti