Immigrati e italiani insieme per il futuro da costruire (26)

“Che i figli dei nostri figli possano dire che nell’ora più difficile ci siamo rifiutati di interrompere il nostro viaggio per fare marcia indietro” (Barack Obama)

Una giornata speciale, senza di loro

Proviamo a immaginarla: oggi i lavoratori immigrati rimarranno tutto il giorno a casa e non contribuiranno in alcun modo alle attività economiche e sociali; non andranno a lavorare; non prenderanno i bus; le badanti non accudiranno i nostri anziani; i bambini non andranno a scuola; le donne non faranno la spesa per nessuno: “Faremo vedere per un giorno agli italiani come sarebbe un’intera giornata senza di noi: finalmente capirebbero l’importanza del nostro apporto alla crescita del paese e di Verona”. E se invece di un giorno l’assenza fosse per un anno o per sempre?

L’incognita sul futuro pesa. La speranza è che “chi governa prenda in considerazione le nostre rivendicazioni visto che ci comportiamo onestamente in questo paese”.

E’ intelligente tener conto degli stranieri irregolari in Italia, anche se non sono inclusi nella popolazione. Ad esempio possono le stime del PIL tener conto solo del lavoro straniero regolare?

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Immigrati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...