Immigrati e italiani insieme per il futuro da costruire (4)

“Noi, il popolo, siamo rimasti fedeli agli ideali dei nostri padri, nel rispetto della nostra Costituzione” (Barack Obama)

Ma – ecco la domanda – quali sono i valori della civiltà occidentale ai quali ci richiamiamo?

Diventa essenziale averne coscienza nel momento in cui li consideriamo caratterizzanti la nostra identità e concordiamo di coltivarli nella nostra società, per quanto ne siamo capaci. Ogni elencazione è criticabile e incompleta; ci proviamo e li chiamiamo così come talora avviene nei nostri discorsi di cittadini e di gruppi politici:

– Dio, Patria, Famiglia;

– modernità, scienza, tecnologia;

– valore del mercato e della libera concorrenza;

– democrazia e i tre poteri che la qualificano (legislativo, esecutivo, giudiziario);

– onestà, certezza della parola data, laboriosità;

– giustizia sociale e libertà;

– dignità unica e irripetibile di ogni persona umana;

– rispetto della vita umana;

– rispetto dello Stato e delle leggi;

– verità e dialogo come modalità di rapportarci;

– positività del sacrificio;

– orgoglio dell’arte, della musica, della letteratura, della lingua del nostro popolo;

– attaccamento alla propria terra, all’Unione Europea e al procedere dell’umanità intera;

– accoglienza dello straniero, dell’orfano, della vedova;

– disponibilità a soccorrere chi è in difficoltà: fraternità universale;

– amore del prossimo, anche del nemico.

E’ una esemplificazione. Possiamo cancellare e aggiungere. Resta il fatto che non possiamo parlare di “identità” e non chiarirci che cosa intendiamo.

Riferimento fondamentale, per noi Italiani, è (o dovrebbe essere) la Costituzione repubblicana, nella quale tutti dovremmo identificarci.

A volte viene il dubbio che per identità intendiamo (e per molti aspetti  è giusto) il nostro benessere, personale e familiare; la ricerca dello stare bene, un bene da non condividere con altri nel caso che noi ci rimettiamo; la ricchezza privata acquisita, che nessuno può toccare, altrimenti tutto ciò che è valore morale universale passa in secondo piano.

L’identità può corrispondere alla difesa del proprio privilegio? E’ questione alla quale non possiamo sottrarci.

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Immigrati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...