Auguri di Natale

ghirlanda-natale

Natale richiama auguri: è una bella tradizione, importante se viene ri-motivata e compresa.

L’augurio di Natale è quello di vivere bene, di accorgerci di ciò che conta nella vita: gli affetti, la famiglia, i bambini, il tempo gioiosamente speso insieme con chi abbiamo vicino.

Si dice che a Natale, almeno per qualche ora, tutti diventiamo buoni. Significa che ci accorgiamo che ci sono tante persone per le quali e con le quali possiamo fare qualcosa di bene: girano conti correnti con cui offriamo qualche soldo per chi ha bisogno; si organizzano pranzi e feste per chi è ai margini della società; facciamo qualche sorriso in più. E’ bello essere buoni a Natale; può aiutarci ad accorgerci che chi in gennaio si interessa degli stessi diseredati non è un miserabile buonista e che quei fratelli non vanno allontanati, tagliati fuori.

Che festa è il Natale?

Per i cristiani, credenti nel Dio dell’amore, è Dio che è vicino agli uomini, a ciascuno di noi; che, per esserci più vicino possibile, diventa bambino e uomo come noi e ci accompagna nel cammino della vita. E’ il Dio bambino che ci fa guardare con amore ai più piccoli. E’ Gesù salvatore che annuncia e realizza l’amore e la pace.

Per tutti, il Natale è il richiamo a ciò che di meglio è nell’uomo, alla fraternità e al valore sommo della vita umana, con una attenzione particolare al bambino e al debole.

Se hanno questo significato gli auguri di Natale che ci scambiamo sono una festa.

Chi vuole rivolgere i suoi auguri ai lettori può utilizzare il nostro Blog.

Annunci

1 Commento

Archiviato in Commenti

Una risposta a “Auguri di Natale

  1. progettoverona

    Giorgio Furlani manda a tutti noi gli auguri con le parole di Jaime Cohen :

    Un signore chiese: “Cosa c’è di più bizzarro negli esseri umani?”
    Rispondo:
    “Pensano sempre al contrario:
    – prima hanno fretta di crescere; poi sospirano per l’infanzia perduta;
    – prima ci rimettono la salute per i soldi; poi li spendono per avere la salute;
    – pensano al futuro con tale ansia che trascurano il presente; così non vivono né il presente né il futuro;
    – vivono come non dovessero mai morire e muoiono come non avessero mai vissuto”.

    Così scrive Cohen. Noi facciamo tesoro delle sue visioni e decidiamo un cammino di bizzarrie che ci rendano umanamente e spiritualmente ricchi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...