Il trasporto pubblico a Verona (3)

AZIENDA TRASPORTI VERONA: QUESTIONI DIBATTUTE IN QUESTI MESI

Al centro del dibattito è l’aumento del costo del biglietto per i bus. Motivi:

– i costi annui sono aumentati di 1,7 milioni di euro. Nel 2007 c’è stato un attivo di bilancio di 380.000, ma l’impennata del gasolio è stata devastante e ha portato a un rosso per 130.000-150.000 euro al mese. Il rialzo dei prezzi è del 31,4% dal gennaio 2007 al maggio 2008 e mette in crisi i bilanci di ATV. Si propone un aumento dei biglietti del 10%, in autunno.

– le tariffe sono ferme dal 2002.

*Alternative per evitare l’aumento, secondo ATV:

– richiedere sgravi fiscali alla Regione. Difficile visto che lo Stato sta tagliando soldi già stanziati per il trasporto pubblico;

– eliminazione di alcune linee urbane poco remunerative (ma allora si dovrebbero tagliare molte linee, visto che solo le 11, 12 e 13 vanno a pareggio): la 90 (Basson) e la 99 (Santa Croce), mentre la linea 22 (lungadige Attiraglio) sarà ridotta.

* Alternative reali e ovvie, ma in politica difficili perché toccano posizioni ed equilibri che, se saltano, creano gravi conseguenze. Se si ha a cuore il bene dei cittadini, però, prima di scaricare l’onere del maggior prezzo del gasolio sui veronesi, si devono abbattere le spese inutili, provvedendo a :

chiudere subito AMT e APTV: enti inutili. Bisogna dire ai Veronesi che AMT e APTV non sono state abolite e i costi per pagare i consiglieri di amministrazione si scaricano su tutti noi. ATV è unico gestore del trasporto pubblico, però AMT e APTV vivono ancora, con tre CdA che costano. Come è concepibile? Il presidente Mosele e il sindaco Tosi lo spieghino. Prima di aumentare i biglietti si devono tagliare i CdA di AMT e APTV. L’assessore regionale ai servizi sociali Stefano Valdegamberi riconosce: “Aumentare il biglietto del bus? Bastano le spese per un CdA per coprire i costi”. E’ poi contrario a ogni etica concedere aumenti ai membri dei CdA e contemporaneamente aumentare i biglietti ai cittadini.

– Permangono la duplicazione dei percorsi o corse sovrapposte (per 300.000 chilometri all’anno) di AMT e APTV, con conseguenti doppi costi e inquinamento. In città avviene in via XX Settembre, corso Milano, via Mameli, via Centro e in Valpantena. Ovvia è l’esigenza di unificare le linee. Se chi deve farlo non provvede, lo facciano il sindaco Tosi e il presidente Mosele intervengano, integrando trasporto urbano ed extraurbano.

– I contributi regionali sono in base al numero di chilometri percorsi ogni anno dai mezzi pubblici: più corse, più chilometri, più contributi. La Regione non ha ridotto i finanziamenti.

– L’aumento del costo del trasporto pubblico dipende anche da una scelta aziendale: su circa 100 autobus in servizio, 67 vanno a metano, con proprio distributore che consente un risparmio. Sono in arrivo altri 12 bus nuovi. Significa che l’80% del parco bus viaggia a metano. Perciò non si può dire che i biglietti devono essere aumentati per il costo del gasolio.

– E’ in atto la tariffazione della sosta (stalli blu): gli utili vanno utilizzati per sostenere e potenziare il trasporto pubblico. Gli introiti, ancora gestiti da AMT, devono coprire i costi di ATV.

– Fatto gravissimo, indice di grave imprevidenza: in occasione del bilancio 2008, l’Amministrazione ha prelevato a AMT 10 milioni di euro, tappando ogni possibilità di sviluppo e costringendo ora ATV ad aumentare il costo dei biglietti. Ha fatto cassa sulle spalle di studenti, anziani, lavoratori e famiglie.

** In Provincia è in atto il dibattito sull’aumento dei biglietti. La minoranza e “Forza Italia” sono contrarie. L’assessore Martelletto dichiara che “il trasporto pubblico è un servizio sociale: l’utenza copre il 40% dei costi; al resto pensa la Regione. Le nuove tariffe sono una ipotesi. Ci sarà una delibera di Giunta”. Tutti i consiglieri chiedono attenzione a disabili e anziani.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Comune Verona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...