Riflessioni sugli “anziani” (6)

ANZIANI MALATI – SERVIZI TERRITORIALI

Nell’autunno 2003 USSL 20 e Conferenza dei Sindaci, con un particolare impegno del Comune di Verona-Assessorato ai Servizi sociali, hanno riorganizzati i Distretti sanitari. Il nostro Comune è direttamente interessato a tre Distretti: il primo (Circoscrizioni 1, 2, 3); il secondo (Circoscrizioni 4, 5 e Comuni di San Giovanni Lupatoto, Castel d’Azzano e Buttapietra); e il terzo (Circoscrizioni 6, 7, 8 e i Comuni di San Martino Buon Albergo, Grezzana e della Valpantena fino a Boscochiesanuova.

Sono nati strutture e servizi preziosissimi, come le sedi del Distretto 3 in via del Capitel e del Distretto 2, in via Scuro. Si è accentuato un percorso, impervio ma essenziale per il bene delle persone, di collaborazione tra Servizi sociali dell’USSL e del Comune. Nel Distretto 3, insieme con altri altrettanto importanti, si è raggiunto un obiettivo al di là di ogni più positiva attesa: le assistenti sociali dell’USSL e del Comune sono nella stessa sede, allo stesso piano dello stabile di via del Capitel, il che facilita molto la collaborazione e il servizio alle famiglie e alle persone bisognose.

Il dialogo tra operatori del Comune e dell’USSL si è allargato ai responsabili e al personale dell’Azienda Ospedaliera. Operatori dei tre Enti pubblici socio sanitari hanno lavorato fianco a fianco per garantire il servizio migliore ai cittadini malati. Nella nostra città abbiamo un servizio ospedaliero tra i più qualificati. I medici di famiglia, con colleghi specialisti nei vari settori, sono all’altezza del loro delicato compito. C’è però una carenza che tutti riconosciamo: sono i servizi territoriali e il collegamento tra ospedale e territorio, soprattutto nel momento dell’uscita dall’ospedale dell’ammalato dopo l’intervento ospedaliero. Chi è solo in casa o non ha il sostegno necessario si trova a mal partito. Il lavoro svolto ci ha portato a fissare i primi obiettivi condivisi.

Azienda Ospedaliera, Azienda USSL, Comune di Verona, sindacati CGIL-CISL-UIL abbiamo prima preparato e poi firmato un “protocollo di intenti”sulle dimissioni protette, che si concretizzava nel compito, da parte dell’Azienda ospedaliera, di segnalare ai Distretti socio sanitari (dove lavorano insieme USSL e Comune) l’uscita delle persone degenti all’ospedale con 5 giorni di anticipo (tre, se non era possibile), dichiarando lo stato di salute della persona ammalata e le necessità che questa avrebbe avuto uscendo dall’ospedale. A quel punto diventava compito dell’USSL, nelle sue articolazioni, e del Comune predisporre i servizi, anche logistici, per facilitare il ritorno alla salute della persona interessata. Si dovevano cercare posti letto in strutture esistenti; si è verificata la grande importanza del centro di via Taormina; si è parlato di centri territoriali come quello in avvio nel quartiere Stadio – via Bramante, con coinvolgimento di medici di famiglia e di specialisti. Era prevista una verifica degli accordi ogni tre mesi. Ho partecipato alle prime due: i risultati si cominciavano a vedere, pur tra le previste difficoltà. Il Comune di Verona, fino ad allora ai margini del servizio sanitario, è entrato da protagonista, allo scopo di garantire il servizio migliore ai cittadini. La strada è lunga. Bisogna esserci se vogliamo percorrerla per il servizio alla persona e alla famiglia.

Chiedo se e come questa Amministrazione si colloca nel percorso avviato, con quali finalità, con quali stimoli e con quali apporti concreti. Lo chiedono i cittadini ogni volta che soffrono per i nei del servizio socio-sanitario. Lo chiedono le associazioni che si sono organizzate allo scopo.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Comune Verona, sociale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...